Le materie prime
 risanamenti:
 intonaci:

finiture:
  malte:

pavimentazioni:

Le origini
La zona del centro Italia, la Toscana in particolare, è costellata da molteplici tipi di edifici come: castelli medievali, palazzi e chiese di epoca rinascimentale, casolari rustici e borghi molto diversi per architettura ed epoca storica, ma tutti accumunati fra loro da una consolidata tradizione costruttiva dall’enorme valore storico culturale poiché basata sull’utilizzo di materie prime tipiche del luogo.

Malte “Doc”
La possibilità di reperire ancora oggi le materie prime originali in loco ha permesso di ricreare, con la specifica linea Antica Toscana, malte originali identiche a quelle del passato dall’inconfondibile colore. Data l’unicità del soggetto, infatti, per un corretto restauro conservativo di questi edifici tutelati dalla Soprintendenza per i Beni Culturali o per un vero costruire secondo le più strette tradizioni del territorio e quindi per ottenere il miglior risultato possibile in fatto di: originalità, estetica e durata nel tempo è indispensabile utilizzare malte “colorate” naturalmente dalle stesse materie prime di qualità e non affidarsi a normali malte generiche pigmentate con coloranti dall’aspetto piatto e moderno.

Materie prime “Doc”
La garanzia di qualità e durata nel tempo tipica dell’Opificio basata come sempre dalla combinazione fra legante, materiali a comportamento pozzolanico e sabbie naturali non macinate è assicurata anche nella linea Antica Toscana da materie prime esclusive e uniche poiché lavorate all’interno o per conto dell’opificio come:

Ultime News:

08 Febbraio 2013

Titolo

Contenuto della news, descrizione in breve dell'evento o dell'attività...

Ricerca: